Offense

RUNNING GAME – IL GIOCO “POWER GAP”

on

Studiando il manuale “Developing An Effective Run Game” di Jhon Rose, ho inserito nel mio playbook la Power Gap . Un gioco che si adatta efficacemente al mio sistema.

La scelta dell’inserimento deriva dal fatto che uno dei maggiori problemi durante la stagione scorsa sono gli assegnamenti di bloccaggio per la linea d’attacco per via di alcune caratteristiche, penso comuni nell’Italia del football, come : la svogliatezza, il poco studio ,e la poca presenza agli allenamenti di uno dei reparti più difficili da allenare e coordinare. Semplificando i concetti di J.Rose, la Power Gap supera queste problematiche comuni.

Questo schema di corsa, ha la caratteristica principale di adattarsi al concetto di blocco a zona  (principio a me molto caro). Semplificando al massimo l’idea di J.Rose, ho dato alle mie OL pochi ma essenziali parametri fissi in modo tale che le linee di attacco , in concerto con il backfield, sappiano chi bloccare e dove bloccare in maniera semplice e chiara. Se non avete un sistema che contempli lo zone blocking difficilmente potreste far capire la Power Gap, la quale sarebbe utilizzabile solamente come singolo gioco “copiativo”

Concetti Base Power Gap Scheme

Per questo schema di corsa ho identificato alcuni punti chiave imprescindibili:

  • Tecnica di bloccaggio OL : Down
  • Assegnamenti OL : Inside Man primo o secondo livello (Concetto Zone)
  • Assegnamenti POA : BSG – Pull secondo livello , FB – Kick Out EMOL
  • Assegnamento TE : Assegnamento specificoIl Concetto del Power Play da formazioni con due RB, nel caso di una I Formation, o di una Pro, si basa semplicemente sue 2 letture ben distinte :
  • Il blocco in pull della BSG (back side guard) è SEMPRE nel secondo livello MAI nel primo livello
  • Il FB blocca sempre l’ultimo uomo di linea EMOL facendo un kick out block e leggendo il TE.

schermata-2016-12-16-alle-10-57-08

Contro le varie  tipologie di schieramento difensivo, 43-44 Under e Over, il blocco principale dell’intera OL è sempre Down lato opposto corsa classicamente su primo e secondo livello, un semplicissimo assegnamento a zona, il BST (back side tackle) eseguirà il blocco che noi chiamiamo “Shirley”(Cancello), blocco non aggressivo in cui la prima responsabilità è quella di proteggere il buco playside (B) da eventuali uomini in blitz per poi occuparsi dell’uomo che attacca il buco bac kside rispetto alla corsa (C)

  • Noi definiamo Inside Man un avversario allineato dalla metà del proprio casco al lato all’interno del successivo lineman sul lato back side alla corsa.

L’assegnamento di bloccaggio per il TE (play side), avrà delle opzioni di lettura molto importanti . Ad esempio contro una 43 Over con l’End in Head Up technique il TE rimane drive sull’uomo, mentre su una 44 sempre in head up la release è esterna verso Sam sul secondo livello.

schermata-2016-12-16-alle-11-03-30

schermata-2016-12-16-alle-11-03-59

schermata-2016-12-16-alle-11-04-24

schermata-2016-12-16-alle-11-04-56

POWER GAP DRILL

schermata-2016-12-16-alle-11-09-08

Il Drill specifico per l’allenamento della Power Gap, ha lo stesso principio dello Zone Blocking, con la differenza che il bloccaggio Down su primo e secondo livello sono rispettivamente Angle  e Seal, andando a bloccare nella zona di competenza ed intercettando il flusso dei LB che, muovendosi verso il portatore di palla entreranno in “zona”.


VALERIO BOZZARINI
OFFENSIVE COORDINATOR,WR COACH,OL COACH,RB COACH,ST COACH: GLADIATORI ROMA
FACEBOOK: https://www.facebook.com/profile.php?id=100008481100453
EMAIL: ergosum1976@hotmail.com

About Davide Giuliano

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *