Special Teams

SPECIAL TEAMS – il terzo incomodo

on

Innanzitutto ringrazio Coach Giuliano per avermi e averci dato spazio. L’amore per questo sport lo si dimostra soprattutto quando si condivide la propria conoscenza.

Cosa sono gli special teams?

Gli special teams sono un miscuglio, un melting pot, quasi perfetto dei componenti dell’attacco e della difesa che vengono utilizzati in situazioni di “calcio” dell’ovale, sia questo finalizzato alla realizzazione dei punti o all’allontanamento della palla stessa dalla propria End-Zone.

Inizierei facendo un elenco dei “teams” che compongono gli special teams:

  • Kick Off
  • Kick Off Return
  • Punt
  • Punt Return
  • Field Goal/Extra Point
  • Field Goal Block/ Extra Point Block
  • On side kick
  • Hands Team

È mia intenzione produrre una serie di articoli nei quali spiegherò come io, il coaching staff e i giocatori che servo, affrontiamo queste otto diverse fasi del gioco.

Per prima parlerò con voi dell’approccio ovvero

Filosofia

Quante volte avete sentito dire dal vostro Coach: “ Nel football americano ci sono tre fasi: attacco, difesa, special teams e sono tutte egualmente importanti!”? E quanto tempo in allenamento, nelle analisi dei video, nell’installazione del playbook è stato realmente dedicato poi a questa fase del gioco?

Innanzitutto occorre sfatare un mito: gli special teams NON sono 1/3 del gioco. Se si tiene conto del totale di giocate in ogni partita tra attacco e difesa ci si attesta circa a 120-130 di media, ai quali vanno aggiunti circa una ventina di special teams. Non essendo la matematica un’opinione, si può calcolare facilmente che, in media, le giocate fatte dagli special teams in una partita si attestano in torno al 15-20% del totale.

Come si può notare siamo ben distanti dal fatidico 33,3%. È bene quindi che sia lo special teams coordinator che l’head coach abbiano un approccio realistico e allo stesso tempo concreto, quando si parla di special teams. Mi correggo: è estremamente importante e fondamentale che lo ST Coordinator e l’HC siano sulla stessa lunghezza d’onda riguardo all’importanza di questa/e fase/i del gioco. L’HC, in quanto tale, pone l’accento su determinati aspetti che andranno a modellare la propria squadra ed è il primo alleato da coinvolgere se si vuole ricevere l’attenzione, la fiducia e la dedizione incondizionata dei propri giocatori.

Il primo passo necessario, oltre ad avere un piano, è ottenere il giusto tempo in allenamento: se ci si allena in media per 2 ore (120 minuti), saranno sufficienti 15-20 minuti per ogni allenamento corrispondente al famoso 15-20% di cui si è parlato prima. Una mostruosità di tempo, rispetto alla media “standard” attuale, vero, ma proporzionato all’utilizzo che se ne fa sul campo.

È anche bene ricordare che qualsiasi partita inizia con uno special team e che ogni volta che si riceve la palla si ha la possibilità di segnare.

Your team is as good as you special teams are

Conclusa una stagione, dopo la dovuta pausa, sono solito fare una sorta di analisi della performance sul campo nell’anno precedentemente. Analizzare i filmati è sicuramente la cosa giusta, ma non nego di dare sempre un occhio alle statistiche, benchmark ideale per capire da dove ripartire.

Di seguito le posizioni in classifica dei differenti teams, su un totale di 16 squadre considerata tutta la GFL 2 (Nord + Sud):

2014 2015 2016
Kick Off 11°
Kick Off Return
Punt
Punt Return
Field Goal 12° 1°**
PAT 15° 14° 14°
TDs 4 3 5
Posizione finale in Campionato

** è stato calciato e segnato un solo Fied Goal in tuttal al stagione

Se messi in una tabella e confrontati è abbastanza facile notare come ci sia un certo parallelismo tra le prestazione dei teams e la posizione in campionato: l’anno in cui abbiamo vinto il campionato (2014) avevamo mediamente gli special teams più forti.

Il football è uno sport dominato dalle tendenze e dalle statistiche e negli special teams di certo non mancano i numeri.

Verrei metterne in luce tre in particolare:

  • Il Kicker è solitamente in secondo/terzo miglior marcatore in qualsiasi squadra
  • I Kirchdorf Wildcats nel 2016 hanno realizzato in media 7,9 Yards / Gioco in attacco (dato mostruoso) ma 21,3 nei KOR e 17,1 nei PR.
  • Se si blocca un Punt si ha il 74% di possibilità di vincere la partita

Se sfruttati a dovere gli special teams sono una macchina da punti e yards.

Siete convinti ora?

Alla prossima

Coach Franz


Francesco “Coach Franz” Lanzani
WRs Coach – Special Teams Coordinator
Kirchdorf Wildcats – Germania
FACEBOOK: https://www.facebook.com/francesco.lanzani
EMAIL: francesco.lanzani@gmx.at

About Davide Giuliano

Recommended for you

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *